NaTuRe - Il Portale WWF su Natura e Turismo Responsabile

coccinella
A+ R A-
07-06-2012

Il mio Paraguay

Vota questo articolo
(3 Voti)
Storie di turismo responsabile. Ecco cosa vuol dire essere volontario per il WWF in Paraguay. Storie di turismo responsabile. Ecco cosa vuol dire essere volontario per il WWF in Paraguay.

M'baeichapa! (in Guaranì significa ‘ciao, come va?’)

Sono Luca e vengo da Roma, sono un volontario internazionale del WWF (Volunteer/Internship Programme&Prince Bernhard Scholarships). Mi trovo in Paraguay e sono a metà della mia esperienza di sei mesi di stage. Qui di seguito vi racconto in breve come tutto è iniziato e come sta procedendo!

Si parte per il Sud America!
Appena completato il ciclo universitario tra Italia e Danimarca in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali e due Master di cui uno di ricerca in Immigrazione e Conflitti Internazionali in Inghilterra ho iniziato la fatidica fase di ricerca di uno stage o un lavoro. Sono inizialmente partito dal presupposto di identificare quali aree di interesse potessero fare al mio caso e, tra le varie, il tema dell’ambiente e la conservazione della natura ha sempre rappresentato una priorità di interesse personale. Lo stretto collegamento che intercorre tra i conflitti internazionali e la conservazione delle risorse naturali e il loro approvigionamento mi hanno portato ad identificare quali fossero le organizzazioni internazionali che si dedicano alla protezione dell’ambiente e che fossero al contempo e conseguentemente forum di pace. Essendo il WWF leader nel settore, ha subito richiamato il mio interesse e, dopo un’attenta ricerca sul sito, ho trovato questa opportunità di volontariato internazionale con il WWF International e ho fatto subito domanda. Dopo due mesi di colloqui e selezioni mi è stata offerta l’opportunità di partire per il Paraguay. E così tutto è iniziato.

Il 15 Febbraio del 2012 all’aeroporto internazionale di Fiumicino mi son finalmente detto: ‘si parte per il Sud America!’.

I primi tre mesi in Paraguay
Blog LETucanoLa vita ad Asunción, la capitale del Paraguay, mi ha da subito riservato molte piacevoli esperienze. Tra le varie opportunità di conoscere meglio la cultura locale mi è stato offerto un mese di corso di Guaranì, lingua ufficiale del Paraguay, insieme al castigliano; essa trae le sue origini dalla fortissima influenza, tuttora presente, del popolo indigeno. Inoltre è per me un grande piacere poter scoprire, conoscere ed assaporare gli squisiti cibi locali, la musica romantica, le bellezze naturali e la travagliata storia di un paese che cerca il suo riscatto economico e sociale dopo anni di dittatura militare. In sintesi posso affermare senza riserve che questa è per me una importante esperienza di vita e mi sento estremamente fortunato di poterla vivere con tutte le mie energie.

Lavorando con WWF Paraguay
Pantanal caimanoNon solo ho l’occasione di lavorare con un team di persone eccezionali, ma anche di vedere la conservazione in atto!
In Paraguay, il WWF ha attualmente tre obiettivi principali:
    •    La protezione dalla deforestazione delle riserve della Foresta Atlantica nella regione orientale, e la riforestazione di parte delle aree boscose già distrutte;
    •    La protezione dell’Acquifero Guaranì, che si trova nel sottosuolo della Foresta Atlantica ed è il terzo bacino più grande del mondo e il primo per capacità di ricarica, cercando di assicurare che la limitata scorta d’acqua non finisca e che sia distribuita il più equamente possibile;
    •    In collaborazione con WWF Brasile e WWF Bolivia, l’attuazione del cosìddetto ‘eco-regional action plan’ che consiste in una serie di progetti d’analisi circa le minacce e le possibili azioni per contrastarle nelle regione del Cerrado Pantanal.

Queste sono le sfide che il WWF vuole raggiungere in Paraguay e necessitano di grande pazienza, intelligenza, lavoro di squadra e molta passione. Nella attuazione dei vari progetti che si pongono come meta i sopracitati obiettivi è estremamente arricchente poter contribuire a tutto il lavoro in ufficio e nei viaggi nella foresta per le più svariate attività: dai workshop con i produttori ed i proprietari terrieri per dar loro supporto tecnico e logistico nelle fasi di riforestazione, all’impegno nel sostenere le municipalità locali nonché le autorità nazionali e le autorità forestali nell’applicazione delle leggi forestali vigenti, dagli incontri sull’educazione all’ambiente ed i pericoli della deforestazione e dell’eventuale assenza di risorse idriche nelle scuole e nelle comunità indigene, alla costruzione di una cosBlog Cascata Tacapuicienza sociale sul tema attraverso campagne pubblicitarie in tv, radio e nelle reti sociali al fine di educare la società civile circa la ricchezza e l’importanza della Foresta Atlantica. Potrei andare avanti ancora per molto nella lista delle attività del WWF Paraguay, mapreferisco invece aggiungere tutta la mia riconoscenza e il mio orgoglio per il fatto di poter collaborare e dare il mio contributo personale a tutto ciò che il WWF svolge qui!!

Il mio ruolo e le attività del WWF Paraguay
Come esperto in relazioni pubbliche ed internazionali sono stato collocato da subito nell’ufficio di politiche pubbliche ed estere.
Il ruolo effettivo consiste nelle seguenti funzioni:
    •    Elaborazione e sviluppo di progetti specifici;
    •    Link diretto con gli uffici di WWF Germania e WWF Svizzera, da cui derivano i fondi dei nostri donatori principali, e dove i progetti vengono messi a bando e valutati da una commissione di esperti al fine dell’erogazione dei fondi stessi;
    •    Link diretto con i partner del WWF Paraguay nell’attuazione e svolgimento dei progetti;
    •    Link diretto con le autorità locali e nazionali circa lo studio e l’analisi delle leggi ambientali e forestali nazionali, nonché il monitoraggio della loro applicazione sul territorio;
    •    Supporto tecnico, informativo, didattico e logistico nelle trasferte nella Foresta Atlantica e la diretta cooperazione con gli attori produttivi, agricoli e politici in loco;
    •    Collaborazione con il team di comunicazione per le attività di divulgazione dei progetti su base nazionale e l’attivismo che ne consegue.

Tra le attività alle quali ho partecipato e tuttora partecipo figurano le seguenti:
Pantanal giaguaroLa Hora del Planeta (l’Ora della Terra)
Così come in tutto il mondo, il 31 Marzo, anche in Paraguay si è celebrata l’Ora della Terra. E’ stata una grande occasione per far accrescere una coscienza sociale rispetto al tema del consumo più responsabile delle risorse naturali. In particolare, qui ad Asunción, abbiamo affrontato sia il problema dell’immondizia, che è un problema molto grave nella capitale del Paraguay, nonché delle pratiche di riciclaggio responsabile. Il mio ruolo si è concretizzato nella attiva partecipazione durante la campagna di lancio precedente all’evento con la partecipazione a programmi radiofonici e televisivi. Il 31 durante l’evento ufficiale ho gestito in tempo reale gli aggiornamenti globali attraverso l’uso delle reti sociali twitterfacebook e youtube.

Workshop sulla green-economy e l’estensione della Moratoria per la legge ‘Deforestazione Zero’
Il progetto del workshop è tutt’ora in costruzione e si pone lo scopo di far conoscere un concreto sistema di green-economy da essere Blog Fiume Nacundaysviluppato ed applicato nelle attività agricolo - produttive all’interno della Foresta Atlantica. Crediamo che questo sia possibile attraverso lo svolgimento di alcuni workshop educativi ed interattivi con l’establishment politico e produttivo del paese (deputati e senatori della Repubblica, l’UGP (Unione delle Associazioni Produttive del Paraguay, in cui  sono rappresentati I corpi produttivi rurali, l’industria agricola ed il settore produttivo) e altri influenti attori esterni quali l'ARP (Asociación Rural del Paraguay, L’Associazione Rurale del Paraguay) e l’UIPE (Unión Industrial Paraguaya, Associazione Industriale del Paraguay). Il presente progetto fa da ponte ad uno più grande ed articolato che si propone l’estensione della Legge Deforestazione Zero in Paraguay. Questa  legge, in vigore dal 2004, scade il prossimo anno ed il nostro sforzo è quello di fare pressione politica e nelle sedi produttive affinché la moratoria venga estesa. E' una normativa  fondamentale per la sopravvivenza della Foresta Atlantica, in quanto  rende l’abbattimento dell’area boscosa un reato penalmente perseguibile, anche nel caso in cui si tratti di terra privata.
Parallelamente, stiamo sviluppando una campagna di comunicazione che possa sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’incredibile importanza ed i benefici che derivano dalla conservazione della Foresta Atlantica. Inoltre, entrambi i progetti, di cui mi sto occupando attivamente, hanno come obbiettivo l’educazione ad una gestione sostenibile della foresta, attraverso l’attuazione di alternative economiche che abbiamo il più basso impatto ambientale.

Blog Foresta Atlantica-Riserca del MbaracayuApplicazione delle leggi forestali nelle zone rurali del Paraguay: il Bacino del Ñacunday
Il seguente progetto punta alla creazione di ‘corridoi di connessione’ tra le aree boscose rimanenti della Foresta Atlantica in Paraguay attraverso meccanismi legali. Più in particolare, viene introdotto il cosi-detto Programma di Adeguazione Legale (PAL), il quale prestabilisce che i grandi proprietari restabiliscano le proprie riserve boscose e le aree boscose che costeggiano il fiume del Bacino del Ñacunday. In questo contesto mi sono ritrovato più volte coinvolto nella partecipazione ad incontri coi i piccoli proprietari terrieri con lo scopo di presentare alternative produttive ed economiche che fossero di minor impatto ambientale possibile. Lo scopo principale di questo progetto è che l’area boscosa recuperi la sua omogeneità attraverso il ripristino delle aree boscose andate perse.

Ripristino delle aree circostanti il rio Monday nell’alto Paranà e la protezione e conservazione delle risorse idriche
In collaborazione con Coca-Cola si intende ripristinare le zone boscose che costeggiano il fiume Monday nella Foresta Atlantica. Lo scopo di tale progetto è quello di assicurare una migliore qualità dell’acqua, che è uno degli obiettivi del cosiddetto Replenishment Plan di Coca-Coca. Inoltre, i molti viaggi nella zona del Monday sono per noi un’occasione utile nel presentare il progetto alle comunità locali, nelle scuole e attraverso la campagna di comunicazione attualmente attiva in molte stazioni radiofoniche

Luca Eufemia

Per sapere di più su come diventare volontario per il WWF all'estero>>

Blog Luca Eufemia 2

WWF Turismo

Istituito nel 2001, l'Ufficio Turismo incorpora le due "anime" che sino allora rappresentavano le attività del WWF in questo settore: quella più istituzionale, che dagli inizi degli anni '90 promuove il concetto della responsabilità e sostenibilità del turismo e quella che dagli anni '70 organizza, promuove e realizza vacanze, per sensibilizzare e educare alla natura e all'ambiente bambini, ragazzi, famiglie e adulti.

2 commenti

Devi effettuare il login per inviare commenti
Banner
Banner
Banner
Banner